Nuovo Cinema Bambi

Progetto per l’ex chiesa di San Nicolò a Pesaro

Project team: G.Corbo, J. Costanzo, V. Guerrisi + E.Riffelli

Collaborators: L.M. Balestrazzi, R. Durdun, A. Tanzola

Una chiesa sconsacrata. Un cinema. Un teatro. Un magazzino. Di nuovo un cinema.
La sfida era dare a uno spazio chiaramente connotato – una chiesa del 16° secolo – il respiro di un cinema rétro. Perché il cinema Bambi, del vecchio cinema Bambi, oltre al nome, conserva poco altro. L’architettura contiene dettagli di pregio artistico, tutelati dalla Sovrintendenza delle Belle Arti. La volta della sala centrale e quella dell’abside presentano affreschi e stucchi che, grazie alla riapertura della sala centrale, potranno essere di nuovo apprezzati dal pubblico e tornare alla luce. Per questo il nuovo Cinema Bambi si propone come casa nobile del cinema di Pesaro.

Due sale cinematografiche oltre ad una terza sala polivalente. La sala principale sarà caratterizzata da una struttura a gradinate, arricchita dalle volte della cupola della chiesa e dell’abside, in un contesto elegante e adatto alla visione di film, spettacoli teatrali, letture sceniche e concerti musicali. La seconda sala, al piano superiore e più contenuta, sarà dedicata alle varie tipologie di pubblico: bambini, scuole, cine club e gruppi amatoriali interessati a rassegne tematiche. Una terza sala polifunzionale offrirà un’aula studio facilmente trasformabile per ospitare corsi formativi e laboratori cinematografici. Al piano terra un grande foyer diffuso, girerà intorno alla sala, regalando spazi di convivialità agli spettatori prima e dopo la visione del film. Sarà garantito l’accesso ai diversamente abili a tutti i livelli della struttura, con modalità tecniche che permetteranno la migliore fruizione degli spettacoli cinematografici.

Il progetto per il cinema Bambi, attraverso un percorso immaginifico inusuale, avrà infine una grande responsabilità, civica e culturale al contempo: avvicinare nuovamente i cittadini alla fabbrica sconsacrata di San Nicolò, alla sua costruzione, alla sua natura più intima, ritornando ad osservare ed abitare la chiesa da un punto di vista inusuale.